Sospetto omicidio
Realizzato da Stefano Tartarotti
mercoledì 3 Agosto 2022 - h. 9:00

Esattamente un anno fa veniva trovato impiccato nel parco di Kiev Vitalij Shishov, l’attivista a capo della ong “Casa Bielorussa” che aiutava i suoi compatrioti rifugiati in Ucraina a fuggire alla repressione del regime di Minsk. Era uscito di casa per fare jogging e non era più tornato, né era raggiungibile al cellulare, così la sua compagna ne aveva denunciato la scomparsa.
Shishov era stato costretto a trasferirsi in Ucraina nell’autunno del 2020 per fuggire alla repressione delle proteste antigovernative. Jurij Shchuchko, che lavorava insieme a Shishov in Ucraina, ha dichiarato che il corpo dell’attivista riportava segni di pestaggio sul volto. «Niente è stato rubato, indossava gli abiti soliti di chi fa sport e aveva solo il telefono con sé», ha affermato Shchuchko.
«Sia fonti locali, sia la nostra gente in Bielorussia ci avevano allertato della possibilità di varie provocazioni, tra cui rapimento ed eliminazione», ha fatto sapere l’ong, aggiungendo che in precedenza l’attivista aveva notato di essere pedinato nelle sue corse mattutine.
La polizia ucraina aprì un’inchiesta per “sospetto omicidio”.
#VitalijShishov #CasaBielorussa #Bielorussia #regimi #omicidipolitici

Altre vignette

Stefano Tartarotti

su Patreon

Stefano Tartarotti

su Facebook

Stefano Tartarotti

su aostapodcast

aostapodcast su Spotify
aostapodcast su Apple Podcasts
aostapodcast su Anchor
aostapodcast su Anchor
aostapodcast su Anchor
aostapodcast su Google Podcasts
aostapodcast su RadioPublic
aostapodcast su Breaker

Pin It on Pinterest